Spesa condizionata dal clima: crescono i prezzi nel carrello

La siccità si fa sentire anche nel carrello, mentre gli italiani scelgono la dieta salutista con prodotti di qualità

sabato 14 Ottobre 2017 di Redazione Giovani Impresa

La siccità “pesa” nel carrello della spesa con i prezzi dei vegetali freschi che salgano del 6,1% rispetto ad agosto e del 4,8% nel confronto con l’anno precedente. In aumento, sempre rispetto all’anno scorso, anche la frutta fresca del 2,9% con il calo dei raccolti causato dal gran caldo e dalla mancanza di pioggia. Questo il quadro delineato dalla Coldiretti sulla base dei dati Istat sull’inflazione a settembre, che evidenzia la spinta autunnale nel carrello della spesa, dopo una estate calda e siccitosa, che ha provocato 2 miliardi di danni nelle campagne con la distruzione di interi raccolti.

Dieta sana e di qualità. Proprio nel momento in cui si registra il record dei consumi di ortofrutta dal 2000 per effetto di una decisa svolta salutista, occorre dare a tutti la possibilità di consumare cibi importanti per la dieta. Per ottimizzare il rapporto prezzi/qualità il consiglio è quello di acquistare direttamente dal contadino per garantirsi prodotti di qualità e sostenere il proprio territorio. Quasi un italiano su quattro (24%) è stato a dieta per dimagrire nell’ultimo anno a dimostrazione di una crescente attenzione all’alimentazione sana e di qualità, con un decisa svolta salutista sulle tavole degli italiani. Dopo anni di abbandono è infatti tornata prepotentemente la dieta mediterranea con un aumento record dei consumi che va dal +7% per il pesce fresco fino alla crescita del 6% per la frutta fresca, secondo l’analisi della Coldiretti su dati Ismea relativi al primo semestre del 2017. Mai così tanta frutta e verdura è arrivata sulle tavole degli italiani da inizio secolo con una netta inversione di tendenza rispetto al passato. Un cambiamento a tavola che ha consentito all’Italia di collocarsi quest’anno ai vertici della classifica “Bloomberg Global Health Index” su 163 Paesi per la popolazione maggiormente in salute e sana a livello mondiale.