Giovani Imprenditori

I nostri giovani si raccontano

26 Febbraio 2020

Mondo Asino, la storia di Leonardo Belotti e del suo latte

This Google Map cannot be loaded because the maps API does not appear to be loaded

Mondo Asino è un’azienda a conduzione familiare che si è concretizzata un passo alla volta. L'azienda nasce nel 2010, più per esigenze personali che commerciali, con l’acquisto di un paio di asine dopo aver scoperto che il loro latte avrebbe apportato grandi benefici a Leonardo, nostro vincitore Oscar Green 2019, che soffriva di piastrinopenia cronica.

La prima grande sfida era trovare il latte. La produzione del latte d’asina infatti è molto costosa perché, a differenza delle mucche, le asine producono latte solo per nutrire i propri piccoli. E’ stata proprio la difficoltà a nel reperirlo, a spingere i genitori di Leonardo ad acquistare le prime due asinelle in modo da poter produrre il primo latte e contemporaneamente “pulire” i pascoli di proprietà.

Il latte d’asina è chimicamente il più simile a quello materno e com’esso è molto nutriente in quanto ricchissimo di lattosio (superiore al 6%) che, tra l’altro lo rende più dolce e appetibile e favorisce l’assorbimento del calcio.  Inoltre è altamente digeribile poiché povero di lipidi (da 0,3% a 1,8% di grassi) e contiene una percentuale inferiore di caseine (meno del 35%) rispetto al latte vaccino (intorno all’80%).

Visti i benefici su Leonardo, perché  non permettere anche ad altri di godere di questo ricchissimo prodotto nutrizionale? Così che dalla nascita dei primi asini alla decisione di aprire l’azienda agricola Mondo Asino il passo è stato automatico.

Il nucleo principale dell’azienda agricola è situato nel comune di Olmo al Brembo, lungo la strada che conduce al paesino di Cassiglio, ad una cinquantina di chilometri da Bergamo. Qui ci sono la stalla, il fienile, la zona di mungitura collegata all'area di imbottigliamento e di stoccaggio del prezioso latte e un piccolo spaccio dove vengono venduti i prodotti.

Mondo Asino “vive” anche nel Comune di Camerata di Cornello e nella frazione di San Pietro di San Giovanni Bianco grazie ai pascoli lì presenti, estremamente importanti per consentire agli asini di nutrirsi in modo sano e genuino con le fresche erbe e i fiori delle alture brembane.

È in questa attenta scelta dei pascoli che si nasconde uno dei segreti di questo latte di altissima qualità: una produzione di sussistenza, non intensiva, alla cui base c’è una filosofia responsabile ed ecosostenibile.  Da un’asina si ottiene circa 1 litro di latte al giorno, cioè una bassissima quantità di questo alimento,  vero e proprio concentrato di benessere e di proprietà utili per la salute dell’uomo.

Ripercorrendo gli antichi fasti di questo alimento nella nostra storia, Leonardo e la sua famiglia trasformano il latte in svariati prodotti che si possono acquistare nello spaccio di Olmo al Brembo: creme corpo, creme viso, creme riparatrici per dermatiti e psoriasi, creme antirughe e creme da bagno.

I più golosi, invece, non possono perdersi il latte crudo e pastorizzato, le formaggelle miste di latte di capra e di asina e persino degli ottimi biscotti, acquistabili sia in azienda che online  e riceverli comodamente a casa.

Leonardo Belotti ha vinto l’Oscar Green 2019 nella categoria Campagna Amica grazie al suo buonissimo e  rarissimo formaggio Arlecchino, in onore alla maschera di Carnevale originaria della  Val Brembana, nato dalla sapiente miscela del latte delle sue asine con quello di capra e di vacca e del formaggio dei Tasso fatto solo con latte d’asina e di capra. Questi due formaggi che hanno dell’incredibile.

 

 

 

Share on: