Scuola: orto senza terra con il Kit del Contadino Giò

mercoledì 4 marzo 2015 di Staff Giovani Impresa

kitgiò-780x480

Presentato alla scuola primaria di Pontegradella il kit del Contadino Giò, un orto facile da realizzare, che consente di coltivare erbe aromatiche e ortaggi anche senza avere terreno a disposizione, che fa parte del progetto Educazione alla Campagna Amica promosso da Coldiretti Donna Impresa e Fondazione Campagna Amica. Il kit è pensato per chi, pur avendo il pollice verde, non ha troppo spazio a disposizione per realizzare il proprio orto urbano, ma soprattutto per essere strumento didattico, rivolto agli alunni delle scuole elementari, che possono così scoprire la manualità e il contatto con la terra.
“Il progetto 2015” racconta Monia Dalla Libera, rappresentante provinciale di Donne Impresa “si ispira all’ormai imminente Expo di Milano – un orto di classe: curare la terra, nutrire la vita – e pone al centro l’orto con le sue varie accezioni, familiare, urbano, sociale, agricolo, e accompagnerà insegnanti e alunni attraverso un percorso multidisciplinare alla scoperta di tutte le tematiche connesse alla cura della terra, alla riscoperta del rapporto città e campagna, al recupero di conoscenze e tradizioni del territorio e all’adozione di comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente”.

Complice la crisi, ma anche semplicemente il desiderio di dedicarsi a un’attività che frutta, sono sempre più numerosi i cittadini che realizzano orti urbani, mettendo in atto il fai-da-te di cibi e piante per uso familiare. Solo in Emilia-Romagna, sono impiegati a questo scopo circa 612.000 mq di terreno, divisi in piccoli e piccolissimi fazzoletti di terra, compresi terrazzi e balconi.
Infatti basta un contenitore per il terreno, terriccio e un sistema di irrigazione per realizzare piccole coltivazioni, anche in pareti verticali e in vasi, sufficienti ad assicurare verdure per la propria famiglia.
“Per alunni e insegnanti” continua Riccardo Casotti, vice direttore di Coldiretti e responsabile provinciale di Campagna Amica “abbiamo pensato alla necessità di offrire un servizio di supporto, che è la novità di quest’anno, ovvero una figura tecnica che potrà dare consigli pratici per la coltivazione dell’orto: il personal trainer dell’orto, una novità che per la prima volta viene proposta a tutti gli interessati, e la cui consulenza potrà essere richiesta anche dai cittadini amanti del verde, che desiderano coltivare le proprie verdure o frutta nel giardino di casa o sulterrazzo”.

“Nel programma di Educazione alla Campagna Amica” conclude Melissa Ghirardelli, segretaria provinciale di Donne Impresa e responsabile del progetto con le scuole “l’orto diventerà occasione educativa per insegnare ai giovani alunni il rispetto per l’ambiente, la cura e la pazienza necessari per far crescere le piantine, la biodiversità, la stagionalità dei vari prodotti, fino all’utilizzo degli scarti del cibo come compost per rendere più fertile il terreno, e alla realizzazione di rifugi per insetti utili, i cosiddetti bug hotel. Al termine del percorso gli alunni dovranno dimostrare con un proprio lavoro il bagaglio di conoscenze acquisite attraverso gli incontri con il personal trainer, la realizzazione dell’orto e l’aggiornamento costante di un giornale di campo, in cui verranno registrate tutte le operazioni fatte nell’orto”.
Il personal trainer dell’orto per la provincia di Ferrara è la giovane Elisa Marzola, che può essere contattata rivolgendosi alla segreteria di Coldiretti Ferrara, oppure attraverso la pagina Facebook Personal Trainer Orto Ferrara, dove trovare anche idee e piccoli consigli per sviluppare nel migliore dei modi il proprio hobby.