Caldo: prova costume al via, a dieta il 47% degli italiani

lunedì 13 aprile 2015 di Staff Giovani Impresa

insalata dieta prova costume

Con l’arrivo del caldo, quasi la metà degli italiani (47%) è a dieta per non fallire la prova costume. È quanto emerge da un sondaggio online del sito Coldiretti divulgato in occasione del primo assaggio di bel tempo, che ha portato molti italiani a scoprirsi al mare, al lago o nelle aree verdi delle città. Ben il 27% degli italiani si sono messi a dieta dopo i banchetti delle vacanze di Pasqua, mentre ben il 20% lo era già per non correre il rischio di arrivare impreparato all’appuntamento. C’è invece un buon 24% che, sicuro di sé, dichiara di essere già in forma, forse anche grazie all’attività fisica svolta durante l’inverno, durante il quale si è registrata una buona presenza per le palestre ma anche un boom per i corsi di ballo.

Quasi 1 italiano su 3 (29%) non ha invece nessuna intenzione di mettersi a dieta, indipendentemente dal proprio aspetto. Il dato è preoccupante se si considera che in Italia si contano 23 milioni di persone con problemi di peso, di cui 18 milioni risultano sovrappeso e 5 milioni addirittura obesi, con una netta prevalenza degli uomini rispetto alle donne. Con l’arrivo della bella stagione il duro confronto con la realtà non manca, così che in molti decidono di incrementare l’esercizio fisico e il consumo di prodotti come frutta e verdura, particolarmente indicati per recuperare la forma fisica. Uno stile di vita più attento alla salute è tuttavia molto trascurato:

  • il 41,2% degli italiani tende ad essere sedentario
  • solo il 18% mangia frutta e verdura almeno 4 volte al giorno (la dose consigliata secondo le regole della sana alimentazione del rapporto Istat/Cnel sul benessere).

Se è scontro tra le diverse proposte dei dietologi per affrontare il sovrappeso (dalla dieta tisanoreica alla dissociata, a quella del sondino fino alla Dukan), sono invece unanimemente riconosciuti i benefici della dieta mediterranea.  I suoi prodotti base, a partire dal consumo di frutta e verdura, possono aiutare a recuperare la forma perduta, ma sono anche considerati come essenziali per garantire un buono stato di salute, a partire dalla crescita nelle giovani generazioni. Pane, pasta, frutta, verdura, olio extravergine e il tradizionale bicchiere di vino, consumati a tavola in pasti regolari, hanno consentito agli italiani di conquistare fino ad ora il record della longevità, con una vita media di 79,8 anni per gli uomini e di 84,8 per le donne, tra le più elevate al mondo.