Azienda Colle del Rio, dove l’orto nasce sullo smartphone e diventa realtà

Attraverso un'applicazione scaricabile su di un qualsiasi smartphone, il cittadino-consumatore che vorrebbe avere un proprio orto, ma che magari proprio perché vive in città non può permetterselo, ora può realizzare il suo sogno

Realizzare orti con dimensioni e prodotti che i clienti scelgono direttamente via internet, dal proprio smartphone. Questa la trovata che ha consentito al 30enne Emanuele Rubinetti, titolare della società agricola Colle del Rio di Cesena (FC) di aggiudicarsi la menzione speciale nella sezione ‘Fare Rete’ dell’Oscar Green 2018 regionale. Insieme ai due soci Luana e Giovanni, il giovane imprenditore agricolo ha unito la potenza della Rete a un modo di fare agricoltura antico, tradizionale basato sul rapporto diretto con il consumatore, sulla stagionalità delle produzioni, sulla loro tracciabilità e sicurezza alimentare. È nato così, sulle colline della vallata di Rio Marano, il progetto ‘Ortiamo Cesena’, orti virtuali in adozione che diventano concreti grazie alle mani e al duro lavoro dei tre soci.

I tre soci

In pratica – spiega Emanuele – attraverso una App scaricabile su di un qualsiasi smartphone o comodamente dal divano di casa, con pochi clic sul pc, il cittadino-consumatore che vorrebbe avere un proprio orto, ma che magari proprio perché vive in città non può permetterselo, ora può realizzare il suo sogno”. L’App, infatti, consente all’utente di disegnare virtualmente il proprio orto in base alle necessità della famiglia e alla stagionalità dei prodotti. A crearlo e coltivarlo ci pensano poi i tre giovani agricoltori nei terreni dell’azienda Colle del Rio, spesso, tra l’altro, proprio con l’aiuto dei ‘proprietari’ degli appezzamenti che si scoprono contadini nel fine settimana gustandosi il piacere di stare a contatto con la natura. In meno di due anni, gli orticelli “in affitto”, tutti inclusi nella rete degli orti urbani di Campagna Amica, sono raddoppiati passando dai 30 dell’estate 2017 agli attuali 60.

orto rid

Luana, socia di Emanuele, è la testimone diretta di un’idea che piace, funziona e cresce. Tecnico in un laboratorio analisi, la giovane cesenate è stata la prima ad “adottare” uno degli orti di Emanuele per poi sposare a tal punto il progetto da abbandonare il suo lavoro sicuro ed entrare in società. Se Luana ha scoperto un’innata passione per la terra, Giovanni, il terzo socio, alla terra c’è ritornato. Proprio grazie al progetto nato sulle colline cesenati. Cresciuto in una famiglia contadina, Giovanni, oggi padre di tre figli, è diventato osteopata, ma l’incontro con Emanuele ha riacceso in lui l’amore per l’agricoltura. Tra i progetti della società Colle del Rio, che da poco ha avviato anche un allevamento di galline ovaiole e polli legato agli orti, con tutti gli animali alimentati dai residui della produzione, c’è quello di sviluppare un percorso didattico, di educazione alla campagna amica, che coinvolga scuole, famiglie e aziende.

orto rid