Pacchetto di prestiti agevolati ai giovani agricoltori per 1 miliardo di euro

lunedì 29 Aprile 2019 di Redazione Giovani Impresa

La Commissione europea e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno annunciato un pacchetto di prestiti per 1 miliardo di euro specificamente destinato ai giovani agricoltori. Questo provvedimento nasce per offrire una soluzione alle difficoltà di accesso al credito che troppo spesso i giovani agricoltori devono affrontare nell’avvio della propria impresa. Infatti, secondo i dati annunciati dalla Commissione, nel 2017 è stato respinto il 27 % delle domande di prestito presentate da giovani agricoltori dell’UE, rispetto a solo il 9 % riguardante le altre aziende agricole.

Le risorse rese disponibili potranno raddoppiare in quanto le banche dovrebbero partecipare con un importo corrispondente a quello della BEI, arrivando quindi potenzialmente ad un totale di 2 miliardi di euro, a cui i giovani agricoltori avranno accesso in via prioritaria.

Il programma mira inoltre a risolvere molte delle attuali carenze che gravano sugli agricoltori. Infatti:

  •  i tassi d’interesse saranno più bassi;
  •  i termini per iniziare a rimborsare il prestito saranno più lunghi, fino a 5 anni;
  •  più lunghi saranno anche i tempi di rimborso dell’intero prestito (fino a 15 anni);
  •  in funzione delle condizioni, aumenterà la flessibilità per attenuare la volatilità dei prezzi nel settore agricolo e per far sì che gli agricoltori restino in grado di rimborsare nei periodi difficili (ad esempio attraverso un “periodo di grazia” che consenta loro di non pagare le rate dei prestiti per alcuni mesi).

Il nuovo programma di prestiti fa parte della “iniziativa congiunta giovani agricoltori” tra la Commissione europea e la BEI, volta ad abbinare al sostegno del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) i mezzi finanziari e le competenze della BEI. Oltre al pacchetto di prestiti, l’iniziativa comprende la possibilità di continuare a ricorrere alle sovvenzioni del FEASR per i giovani agricoltori e le start-up, che possono essere usate come abbuoni di interessi o per l’assistenza tecnica, in combinazione con strumenti finanziari. La BEI e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) offrono inoltre assistenza e consulenza alle Autorità di gestione.

Continua a seguirci per conoscere le prossime novità sullo strumento.