Bando Mipaaf: partecipazione giovani agricoltori Anuga 2015

sabato 9 Maggio 2015 di Staff Giovani Impresa

Nuova opportunità per promuovere l’imprenditorialità giovanile in agricoltura. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) offre a 40 aziende agricole, condotte da giovani agricoltori under 40, di partecipare alla manifestazione Anuga 2015, che si svolgerà dal 10 al 14 ottobre a Colonia (Germania).
Gli elementi presi in considerazione per la formazione delle graduatorie sono i seguenti:

–       curriculum titolare e caratteristiche aziendali

–       grado di internazionalizzazione dell’impresa

–       grado di organizzazione commerciale e comunicativa

–       misure adottate a tutela dell’ambiente e del benessere animale

–       qualità e tipicità dei prodotti

–       grado di innovazione tecnologica.

I vincitori avranno la possibilità di usufruire della copertura delle spese per quanto riguarda il viaggio a/r dal luogo di residenza a Colonia (per il titolare dell’azienda agricola o per un suo delegato), i costi d’iscrizione alla fiera, quelli di affitto, montaggio e smontaggio dello stand, spese per pubblicazioni e siti web che annunciano l’evento.
Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro le ore 18.00 del 28 maggio 2015. Per ulteriori informazioni, qui è possibile scaricare il bando del concorso.

Sono numerosi gli eventi e le iniziative che hanno lo scopo di far conoscere e valorizzare il mondo agroalimentare Made in Italy e, nell’anno dell’Expo, l’attenzione è rivolta in particolar modo alle eccellenze e al modello produttivo dell’Italia, Paese che vanta importanti primati in agricoltura. Presente all’Expo di Milano anche Coldiretti, che nello spazio del padiglione No famers no party – inizio del Cardo, ingresso sud – racconterà il successo dell’agricoltura italiana e mostrerà ai numerosi visitatori, italiani e stranieri, la straordinaria qualità dei prodotti Made in Italy, dai caratteri distintivi unici, una varietà e un’articolazione che non hanno uguali al mondo. Guardando ai bisogni dei consumatori, abbiamo costruito in questi anni un modello di sviluppo vincente, da diffondere e replicare in ogni parte del pianeta.

L’agricoltura negli ultimi anni si è presentata come uno dei settori dell’economia italiana che più ha saputo interpretare i paradigmi dell’innovazione, della modernità, oltre che della creatività – dichiara Maria Letizia Gardoni, delegata nazionale di Coldiretti Giovani Impresa – Lo ha fatto riconquistando il suo ruolo sociale nel rispetto delle tradizioni, dei territori e del principio della distintività. È tutto ciò che la rende eccellenza del Made in Italy di per séattraendo le nuove generazioni che, a loro volta, la rendono sempre più intraprendente. Tante sono quindi le imprese che stanno già affrontando la dimensione digitale, portando a conoscenza del consumatore globale non solo la straordinarietà dei loro prodotti ma anche la bellezza dei nostri paesaggi, facendo conquistare al Made in Italy un posto privilegiato anche nei nuovi mercati emergenti.