Azienda agricola e fattoria didattica: dal Trentino, la Storia di Francesca

La mia azienda è anche una fattoria didattica, un'oasi naturale nella quale immergersi per vivere e comprendere appieno la terra e quello che offre, nonché l'amore per gli animali

Azienda agricola e fattoria didattica nella vita della giovane Francesca, 31 anni e una laurea in Agraria all’Università degli Studi di Padova e all’Università degli Studi di Firenze. L’amore per la natura e nato dall’orto della nonna, Edda, un orto che ha condizionato le scelte di Francesca, sin dalla tenera età. Nonostante il percorso di studi e la laurea, a Francesca mancavano l’aria aperta e la creatività, due elementi che oggi sono parte integrante della sua vita, una vita dove è riuscita a fare “quello che volevo”. Quando la nonna si ammala, Francesca – insieme al fratello – decide di rilevare il vecchio maso e avviare un’azienda agricola, dopo aver comprato anche alcuni terreni circostanti. In primo luogo Francesca cerca di capire quale attività avviare: redditizia, gestibile e soprattutto che non richiedesse un grosso impegno. La soluzione è la produzione di cosmetici ottenuti dalla bava di lumache, allevate in azienda. Insieme alle lumache, Francesca inizia anche a coltivare erbe officinali, utili anche queste per produrre non solo creme, ma anche da mettere in commercio per realizzare tisane dagli innumerevoli benefici.

fiori_piante

L’attività di Francesca prende il via nel 2013 e nel 2014 grazie ad un aiuto finanziario stanziato dall’Unione Europea, apre il suo prezioso laboratorio. Oggi, l’intera filiera dell’azienda agricola viene seguita direttamente, i prodotti sono coltivati e trasformati secondo ricette secolari e confezionati e venduti in loco, oppure online attraverso e-commerce. Inizialmente l’idea di Francesca, quella di allevare lumache, era nata per scopi puramente gastronomici, ma l’amore per gli animali e la natura ha vinto su tutto, spingendola a cambiare. Oggi le lumache vengono allevate per produrre dalla loro bava, creme cosmetiche dai risultati miracolosi. Il suo “Leprotto Bisestile”, questo il nome dell’azienda, è un luogo incantato dove vivere la natura a 360°. Qui gli animali sono ospiti graditi e coccolati, spesso provenienti da situazioni problematiche; vengono accolti e custoditi da Francesca, diventando protagonisti di una bella fattoria didattica. “Conoscere queste creature poco fortunate, è un modo indispensabile per instillare, soprattutto nei bambini, l’amore per gli animali”. Nella fattoria di Francesca ci sono asini, pony, pecore, galline, conigli, tartarughe, anatre e ovviamente tante lumache.

asini_leprotto

Per quanto riguarda i terreni dell’azienda, questi si aggirano attorno all’ettaro: per le piante officinali e per le lumache non servono grandi metrature, i prati, invece, servono per gli asini e i pony. La fattoria non è ancora una fattoria didattica accreditata, ma è una strada che Francesca ha deciso di intraprendere. Chiunque visiti la fattoria di Francesca, viene catapultato in un mondo quasi fiabesco, tra visite guidate agli animali e lunghe passeggiate tra le erbe aromatiche: qui è possibile anche fare ghiotte merende, realizzate con prodotti esclusivamente a Km 0.

azienda_leprotto

Da poco, in azienda è stata avviata anche una piccola coltivazione di mais, da cui si ricavano farine di due varietà, la Spin di Caldonazzo della Valsugana e il mais Biancoperla della polenta veneta. L’obiettivo finale di Francesca, è quello di produrre prodotti, senza far soffrire l’animale: la bava di lumaca – per realizzare creme cosmetiche – viene estratta in modo indolore. Creativa e dinamica, Francesca non lascia nulla al caso e soprattutto “non butta via niente” e per questo motivo ha avviato anche la produzione di feltro, derivato dalla lana di pecora. “Vivo bene – afferma Francesca – la cosa più bella per me, è andare al lavoro in un maso a 700 metri di altitudine, vedendo passare le stagioni e seguendo le tradizioni contadine”.