Giovani agricoltori: dalla verde Toscana, la Storia di Lisa e Linda

Abbiamo sempre aiutato i nostri genitori, ma a sedici anni è arrivata la vera vocazione e abbiamo iniziato a passare tutti i giorni tra mungiture in stalla e attività collegate. Si lavora sette giorni su sette, dalla mattina alla sera, ma le soddisfazioni sono davvero tante

Giovani agricoltori che ereditano un sogno: è quello che hanno fatto Lisa e Linda Pagliai che, attualmente, guidano l’impresa agricola di famiglia insieme al papà Franco, titolare dell’azienda. L’Uffiziatura, questo il nome dell’azienda agricola di Lisa e Linda, anzi, azienda agroecologica perché l’obiettivo è quello di preservare il benessere dell’animale allevato e tutelare la natura circostante. L’azienda domina la Val di Lima e si trova nei pressi delle Torri di Popiglio, qui in questo paradiso terrestre, le due ragazze sono nate e cresciute, un destino già segnato il loro, perché nonni e bisnonni sono stati a loro volta pastori. Linda, 26 anni, non solo lavora nel caseificio e in azienda, ma nel periodo estivo segue anche altre attività. Giovani agricoltori, o meglio, giovani imprenditrici agricole aiutate molto anche da mamma Fabrizia impegnata soprattutto all’interno del caseificio. L’azienda di Lisa e Linda ospita quasi duecento pecore di razza massese, quelle tutelate da Slow Food, una mucca pezzata rossa cui è stato dato il nome di Camilla e decine di capre.

uffiziatura_2

Le capre vengono alimentate con i cereali prodotti in azienda perché la qualità del formaggio, dipende proprio dall’alimentazione dell’animale. Il prodotto principale dell’azienda di Lisa e Linda è un formaggio, più precisamente il pecorino al latte crudo stagionato, ma c’è pure il primo sale, lo stagionato di mucca e vari caprini. Le pecore vanno in lattazione due/tre volte in un anno, mentre le capre una sola. Il formaggio viene fatto tre volte a settimana e dalla mungitura al prodotto finito vengono seguiti i passaggi della tecnologia casearia: sosta in caldaia, aggiunta dell’innesto, del coagulante vegetale o caglio animale, formazione della cagliata, rottura della stessa, spurgo, messa negli stampi, stufatura in camera calda e salatura.

Uffiziatura_3