Fare impresa: tra innovazione e passione la Storia di Angelo

Non ho mai pensato che la mia strada potesse essere diversa da quella tracciata da mio padre Giovanni nell’azienda di famiglia. Una passione quasi innata, verso la quale ho indirizzato i miei studi, convinto che occorra raggiungere sempre maggiori livelli di qualità

Sono Angelo Cabigliera, studente di 27 anni, prossimo alla Laurea in Agraria all’Università di Sassari, ma prima di quello, sono pastore e quindi casaro: custode con la mia famiglia di una tradizione antichissima, quella che da sempre contraddistingue la zona in cui abito e lavoro. La nostra azienda, Funtana Cana, che mio padre ha portato avanti e migliorato con profonda dedizione, si trova in Sardegna, a Pattada, nella storica regione del Logudoro, gemma di sapori gastronomici e naturalistici, dove la natura e il tempo hanno mantenuto un ruolo fondamentale: lo stesso che avevano centinaia di anni fa, quando i pastori sardi preparavano i loro formaggi con sapienti passaggi tramandati di padre in figlio per generazioni.

formaggio-cabigliera

Siamo soci Coldiretti e al contempo facciamo parte di quella grande invenzione che è Campagna Amica, strumento divenuto essenziale per i consumatori, ma anche per noi produttori, grazie al quale tessiamo rapporti di fondamentale fiducia con chi acquista. Per me il rapporto diretto con chi consuma i nostri prodotti, è un fattore fondamentale per il proseguimento e miglioramento dell’attività. Alleviamo pecore, che pascolano nei nostri campi, sotto il sole della Sardegna, un mix che contribuisce a rendere il loro latte qualcosa di qualitativamente perfetto. Trasformiamo il prodotto della mungitura in un moderno caseificio, tra i primi ad essere certificati Bio in tutta la regione, grazie a mio padre Giovanni che ha spianato la strada verso una filiera completamente biologica. La nostra, dunque, è una storia di innovazione dentro la tradizione, di capacità di rinnovamento e di lungimiranza, di passione e di lavoro nel rispetto della natura e dell’allevamento. In tutto ciò che facciamo poniamo una grande cura e qualità, rispettando i cicli della natura, trasferendo il profumo della Sardegna vera e genuina nei nostri prodotti. Ne abbiamo una vasta gamma. Al fianco del pecorino sardo fresco, semistagionato e stagionato e alla ricotta, abbiamo i prodotti innovativi e frutto dell’accostamento dei sapori della terra alla pasta che lavoriamo nei nostri paioli: abbiamo infatti il pecorino allo zafferano, quello al pepe, l’erborinato e la peretta.

formaggi-cabigliera

In contemporanea alla nascita del caseificio, nel ’94, i miei genitori hanno sviluppato anche dei propri canali commerciali che ci rendessero autonomi nella vendita dei nostri prodotti. Oggi la curo direttamente io. La quasi totalità dei nostri pecorini, sono destinati al mercato estero (Baviera, Costa Azzurra, Parigi), mentre un 5% lo vendiamo nei mercati di Campagna Amica. La mia formazione è da autodidatta. A 21 anni ho partecipato alla prima fiera a Norimberga. Negli ultimi due anni ho voluto consolidare e accrescere le mie competenze, seguendo anche dei corsi di marketing. Questo ci consente di essere autonomi e liberi nella vendita dei nostri prodotti, e non subire le crisi cicliche del Pecorino romano, che condiziona tantissimi miei colleghi. Fondamentale è comunque Campagna Amica; il confronto diretto con il consumatore, ti aiuta a capire le potenzialità del prodotto e dove devi migliorare. Allo stesso tempo garantiamo la massima trasparenza, lasciando aperto l’ovile a diversi visitatori che vogliono conoscere, vedere e assaggiare quanto di buono è custodito nella nostra azienda.

pascolo-azienda-angelo