Psr Valle d’Aosta: avviamento imprese per giovani agricoltori

venerdì 9 dicembre 2016 di Staff Giovani Impresa

Psr Valle d'Aosta: giovane imprenditore agricolo nella sua aziendaPsr Valle d'Aosta: giovane imprenditore agricolo nella sua azienda

Psr Valle d’Aosta, ci sono interessanti novità: si è proceduto, infatti, alla pubblicazione del bando della Misura 6, Intervento 6.1 “Aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori in Regione Valle d’Aosta”, la cui scadenza è fissata per il 31 marzo 2018.

In cosa consiste il Pacchetto Giovani – il Pacchetto Giovani si prefigge come obiettivo quello di favorire il ricambio generazionale nel settore agricolo ed opera secondo una logica di progettazione integrata che consente di ottenere un premio per l’avviamento dell’attività agricola e dei contributi agli investimenti attraverso l’attivazione facoltativa nell’operazione 4.1.2 “Investimenti in aziende agricole in cui si insedia un giovane agricoltore”.

Requisiti necessari per poter accedere al Pacchetto Giovani – i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola – in qualità di titolare di un’impresa individuale o di rappresentante legale di una società agricola di persone, capitali o cooperativa – al momento della presentazione della domanda di aiuto devono:

  • Avere un’età superiore a 18 anni e non superiore a 40 anni (41 anni non compiuti)
  • Possedere adeguate qualifiche e competenze professionali comprovate
  • Partecipazione con esito positivo al ciclo formativo previsto per i giovani agricoltori (tale requisito deve essere acquisito entro 36 mesi dalla data di concessione del sostegno. Il possesso di un titolo di studio in campo agrario dà diritto a crediti formativi)
  • Aver iniziato l’insediamento per la prima volta in un’azienda agricola, in qualità di capo dell’azienda, non più di 9 mesi prima della data di presentazione della domanda (12 mesi nel caso della prima finestra di ricezione domande)
  • Presentare un piano aziendale che garantisca la redditività e sostenibilità finanziaria dell’investimento a regime e che assicuri la continuità dell’attività agricola. Il piano dovrà essere concluso entro 36 mesi pena la decadenza totale del premio
  • Essere titolare di un fascicolo aziendale SIAN validato, conformemente alle disposizioni stabilite da AGEA
  • Essere titolari di un’azienda agricola con una produzione standard (PS) minima pari a 10.000 €, o 8.000 € nelle more dell’approvazione delle modifiche al PSR 2014-2020, e massima pari a 80.000 euro.

Il sostegno all’insediamento – è concesso nella forma di premio in conto capitale strutturato sulle seguenti intensità d’aiuto:

  • Premio base 30.000,00 €
  • Premio per la costituzione ex-novo di un’impresa agricola 35.000,00 €
  • Premio per l’insediamento in zona ARPM 35.000,00 €
  • In caso di soddisfazione contestuale delle condizioni b+c 40.000,00 €

Come è erogato il sostegno –  in due rate: il 50% all’avvio del piano aziendale, il 50% alla conclusione del piano aziendale. L’erogazione del saldo è subordinata all’attuazione del piano aziendale, cioè alla verifica della realizzazione degli interventi e delle azioni previsti.

Operazione 4.1.2 – per quanto riguarda tale operazione, sono previsti aiuti nella forma di contributo in conto capitale, nella percentuale del 40% sugli investimenti per la trasformazione e la commercializzazione e del 50% sugli investimenti nel settore primario.

Come presentare la domanda di aiuto relativa alla tipologia di intervento 4.1.2 –  deve essere unica e presentata nella medesima finestra istruttoria nella quale è stata inoltrata la domanda a valere sulla sottomisura 6.1.

Termine presentazione domande – Le domande possono essere presentate fino al 31 marzo 2018 con tre finestre istruttorie (11 ottobre 2016- 28 febbraio 2017; 1 marzo 2017-31 ottobre 2017; 2 novembre 2017-31 marzo 2018).