Jobs Act: come Renzi sempre più giovani scommettono sull’agricoltura

giovedì 9 gennaio 2014 di Staff Giovani Impresa

Job Act - i giovani e l'agricolturaJob Act - i giovani e l'agricoltura

Uno studente italiano su quattro sceglie di investire il proprio futuro nel settore agro-alimentare. Ben il 23 per cento dei giovani, iscritti al primo anno delle scuole secondarie superiori tecniche e professionali, ha infatti scelto un indirizzo legato all’agricoltura e all’enogastronomia. E’ quanto ha commentato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, in seguito alla decisione di individuare anche il settore agricolo e alimentare tra i sette settori prioritari di intervento del Jobs Act. Un pacchetto di proposte normative, elaborato dal segretario del Partito Democratico Matteo Renzi, che nasce con l’obiettivo di offrire risposte concrete alle problematiche relative al mercato del lavoro e della disoccupazione giovanile. “I giovani hanno visto prima e meglio di altri dove ci sono reali prospettive e fiducia per far tornare a crescere l’Italia”, ha affermato Moncalvo sottolineando che “è in atto una rivoluzione generazionale che punta su quegli asset di distintività nazionale che garantiscono un valore aggiunto nella competizione globale come il territorio, il turismo, la cultura, l’arte, il cibo e la cucina”. “Siamo disponibili” – ha concluso Moncalvo – “ad offrire il nostro contributo di idee ed esperienze su questo terreno che ci vede protagonisti di un cambiamento epocale da sostenere con fatti concreti.”