Agriasilo e agrinido: agriservizi per l’infanzia

martedì 21 gennaio 2014 di Donne Impresa

Agriasilo e agrinido - cosa sonoAgriasilo e agrinido - cosa sono

Quando si parla di agricoltura multifunzionale si fa riferimento a tutte quelle realtà che, pur partendo dal settore primario, riescono a fornire ulteriori servizi al consumatore e della collettività, svolgendo attività aggiuntive rispetto alla mera coltivazione di prodotti agricoli. E’ il caso, ad esempio, degli agrinido e degli agriasilo, che prevede l’erogazione di servizi per l’infanzia da parte delle aziende.

La possibilità di offrire questo genere di servizio offre infatti l’opportunità di interagire con le persone del posto, ottenendo maggiore visibilità, con la consapevolezza di svolgere una funzione sociale di alto profilo. D’altro canto per i bambini diviene un’occasione preziosa per iniziare il proprio percorso educativo stando sempre a contatto con la natura. Un’opportunità ricca di benefici se si considera che, come dimostrato da diversi studi certificati, un percorso di questo tipo agirebbe in  maniera benefica sul sistema nervoso aiutandoli a trovare un equilibrio sul benessere psico-fisico.

Più nel dettaglio, con il termine di agrinido si va ad indicare una struttura atta all’accoglienza di piccoli ospiti (fino ai tre anni), realizzata all’interno dell’azienda agricola, predisposta ad esaudire le necessità dei bambini (pranzo, sonno, cambio) garantendo appropriate cure quotidiane. Con il termine di agriasilo, invece, si intende una struttura atta ad ospitare bambini dai tre anni ai sei anni e predisposta ad offrire, oltre che le necessità sopraindicate, anche proposte educative e ricreative, in linea con i requisiti richiesti dallo Stato alle “normali” scuole dell’infanzia.

L’apertura e la gestione degli agri-servizi rivolti all’infanzia, come ogni nuovo tipo di attività, deve naturalmente fare i conti con una normativa ancora a livello embrionale e gestita dalle Regioni. Gli agrisilo e gli agrinido devono infatti rispettare alcuni standard minimi che sono esattamente identici a quelli richiesti per analoghi servizi per l’infanzia collocati in un contesto non rurale. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito web di Donne Impresa.