Piccola proprietà contadina agevolazioni 2014: requisiti e modalità di richiesta

giovedì 16 gennaio 2014 di Staff Giovani Impresa

Agevolazioni ppc - requisiti e modalità di richiestaAgevolazioni ppc - requisiti e modalità di richiesta

Per poter accedere alle agevolazioni 2014 della piccola proprietà contadina per la formazione o l’arrotondamento, recentemente confermate anche dalla nuova Legge di Stabilità 2014, è necessario essere in possesso di determinati requisiti.

In particolare i soggetti richiedenti devono essere imprenditori agricoli professionali (IAP) e coltivatori diretti regolarmente iscritti nella relativa gestione previdenziale ed assistenziale.

Nel caso dei coltivatori diretti, è importante che i soggetti in questione si dedichino direttamente, abitualmente e manualmente alla coltivazione dei fondi e al governo di bestiame. Inoltre, la forza lavoro del suo nucleo famigliare non deve essere inferiore a 1/3 di quella occorrente per tutte le necessità riguardanti la coltivazione del fondo, l’allevamento del bestiame.

L’agevolazione per imprenditori agricoli professionali va invocata nell’atto notarile ed è sottoposta al rilascio di una certificazione che attesti la qualifica di IAP o coltivatore diretto dell’acquirente e la corrispondenza del fondo a quanto previsto dalla legge 604/54. La certificazione va richiesta alla Provincia in cui è situato il terreno oggetto dell’atto di acquisto tramite apposita domanda corredata della seguente documentazione:

 

  • Attestazione di iscrizione INPS nelle rispettive liste
  • Certificato catastale del terreno in acquisto
  • Copia del certificato di attribuzione della partita IVA
  • Autocertificazione composizione familiare o stato di famiglia valido
  • Copia di iscrizione alla CCIAA di riferimento
  • Copia della mappa catastale del terreno in acquisto
  • Fotocopia del documento d’identità valido
  • Certificati catastali di tutti gli immobili già posseduti dal o dai richiedente/i e dai suoi familiari o elenco terreni in atto.

A questo punto la Provincia rilascia un certificato provvisorio, che il notaio allegherà all’atto di compravendita, una volta registrato. Dopo aver stipulato l’atto di compravendita, inoltre, la domanda va integrata con una copia del contratto registrato. Infine, entro tre anni dalla data dell’atto notarile, dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge, verrà rilasciata la certificazione definitiva, da produrre all’Agenzia delle Entrate per la conferma dell’agevolazione.