Intervista Delia Revelli – Società agricola San Biagio

lunedì 17 febbraio 2014 di Staff Giovani Impresa

Delia Revelli - Società agricola San BiagioDelia Revelli - Società agricola San Biagio

Delia Revelli è un’imprenditrice agricola piemontese. Titolare della società agricola San Biagio, azienda ittica specializzata nell’allevamento di pesci d’acqua dolce, la giovane ha innovato l’impresa di famiglia, avviando anche un’attività di trasformazione e vendita diretta del prodotto. Vincitrice degli Oscar Green 2013 nella categoria “Campagna Amica”, Delia racconta la sua storia, offre qualche consiglio e svela qualche piccolo progetto futuro.

 

Staff Giovani Impresa: Vincitrice della categoria Campagna Amica. Cosa vuol dire per te rappresentare questa categoria?

Delia: Vuol dire sicuramente dimostrare passione e dare valore al prodotto agricolo. Con questa categoria facciamo capire che da un semplice prodotto si può arrivare a una produzione più ampia, raggiungendo le tavole dei consumatori, tramite mercati, botteghe, negozi o punto vendita, quindi in modo più facile.

Staff Giovani Impresa: All’inizio della tua attività hai incontrato particolari difficoltà o critiche da parte di addetti al settore?

Delia: No, io ho un’attività molto piccola e molto particolare. Ho ereditato l’azienda da mio papà, sono subentrata come titolare d’azienda nel 2000, e di lì ho iniziato a trasformare quella che era l’azienda di base. Ho avviato attività didattiche e diverse altre attività collaterali, però difficoltà non ne ho incontrate. Al contrario ho sempre avuto qualcuno, al di là della famiglia che mi ha sempre spronato, che mi ha incoraggiato, dicendomi che ero sulla strada giusta.

Staff Giovani Impresa: Cosa occorre quindi per fare il salto di qualità, e quindi passare alla vendita diretta, gestendo il rapporto con il consumatore?

Delia: Sicuramente crederci. Credere in quello che fai e credere che sicuramente puoi offrire con il tuo semplice prodotto qualcosa di nuovo. La passione spinge a provare…io ho iniziato con un solo prodotto cinque/sei anni fa, adesso sono arrivata a più di 20 prodotti trasformati. Ho creduto nel mio prodotto, in più il consumatore ha apprezzato. Questo è sicuramente uno stimolo per noi…la voce della comunità che ti dice “fai bene vai avanti” ti dà una grande energia e ti spinge a continuare.

Staff Giovani Impresa: Parliamo invece di agricoltura in generale. Punti di forza, punti di debolezza.

Delia: Un punto di forza è che secondo me siamo coi piedi per terra, non voliamo molto in alto. Lavorando con la stagionalità, con il sole, con la terra e tutto ciò che comporta, siamo molto concreti. Questo fa sì che anche gli obiettivi che ci poniamo siano concreti e facilmente raggiungibili. Anche quando le cose non sono semplici, sappiamo aspettare.

Staff Giovani Impresa: Progetti futuri per la tua attività?

Delia: Beh sicuramente andare avanti con la trasformazione. Ho alcuni nuovi prodotti da presentare, da far conoscere al consumatore e, chissà mai, forse una futura ristorazione. Un’opportunità per essere sempre più a contatto con il consumatore.