Vinitaly: tutte le novità della 48esima edizione

martedì 25 marzo 2014 di Staff Giovani Impresa

Vinitaly - le novità della 48esima edizioneVinitaly - le novità della 48esima edizione

Internazionalizzazione, biologico e Made in Italy. Questa la ricetta della prossima edizione di Vinitaly, il grande salone mondiale dedicato al vino e ai distillati in programma a Verona dal 6 al 9 aprile, cui prenderà parte anche Coldiretti.
Giunto al suo quarantottesimo appuntamento, l’evento accoglierà aziende, ospiti, centinaia di buyers provenienti da tutto il mondo, offrendo uno spaccato sulle eccellenze del panorama vitinicolo italiano e internazionale.

La nuova edizione, in particolare, dedicherà un intero padiglione agli espositori stranieri, il Vininternational – International Wine Production, ed allestirà un’ apposita area per il b2b wine&spirit riservata agli operatori provenienti da oltre confine. “Uno dei punti di forza di Vinitaly”, ha dichiarato Giovanni Mantovani, “è da sempre quello di proporre un percorso di andata e ritorno.

Secondo il direttore generale di Veronafiere, infatti, la rete di Vinitaly International ha reso possibile l’internazionalizzazione di alcune imprese italiane, che si sono affacciate nei mercati degli Usa, in Russia e in Cina. Al tempo stesso è stato agevolato l’accesso delle aziende estere a Verona, generando un indotto di oltre 300 milioni di euro sul territorio.

Fra i temi al centro della nuova edizione di Vinitaly anche il biologico che, con il debutto di Vinitalybio, un’intera area dedicata esclusivamente ai vini biologici e biodinamici certificati.

Realizzata in collaborazione con Federbio, l’iniziativa intende valorizzare le produzioni enologiche che seguono le norme del regolamento UE, rispondendo a una precisa domanda del mercato, in particolare nei Paesi del Nord Europa, dell’America del Nord e dell’Estremo Oriente.

Vinitaly è la massima espressione dell’eccellenza vitivinicola italiana”, ha affermato il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, “e per questo non ho dubbi che sarà protagonista durante i sei mesi dell’Expo a Milano. Presto vedremo svilupparsi il potenziale cui abbiamo lavorato insieme finora.”

“Riconosco la centralità di Vinitaly, ha continuato il Ministro, “anche per lo stile, la capacità e la forza di promuovere all’estero il vino tricolore e le sue imprese.”

A completare la rassegna delle eccellenze del made in Italy ci saranno anche altri due eventi, che si svolgeranno entrambi presso Veronafiere in contemporanea a Vinitaly. Si tratta di Sol&Agrifood ed Enolitech, dedicati all’agroalimentare di qualità e alle tecnologie innovative applicate alla filiera dell’olio e del vino.