Vinitaly 2015: novità su Expo in anteprima nello stand Coldiretti

giovedì 19 marzo 2015 di Staff Giovani Impresa

wine-780x480

Le novità con cui i produttori agricoli italiani si preparano all’appuntamento internazionale dell’Expo saranno presentate in anteprima a Vinitaly 2015, il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati, che aprirà domenica 22 marzo dalle ore 9:30 a Verona.
Presso lo stand Coldiretti Centro Servizi Arena, nel corridoio tra i padiglioni 6 e 7, sarà presentata la prima analisi completa sui numeri del vino Made in Italy nel tempo della crisi. Si parlerà sia del mercato nazionale che di quello estero, così come dell’impatto economico e occupazionale.

Dal più antico vino del mondo a quello dell’Odissea, dal vino dei Celti ai Templari, fino ai Borboni – la riscoperta della storia sembra essere la principale leva di innovazione su cui puntano gli imprenditori agricoli italiani, per catturare i consumatori italiani e stranieri allExpo, ma molti altri sono gli esempi di creatività, in termini di confezioni, tecniche utilizzate e caratteristiche qualitative del vino.
Coldiretti ha voluto dedicare una speciale esposizione che conferma la grande dinamicità nel settore, come ne è esempio l’arrivo del vino poliglotta che parla ben 42 lingue del mondo: dallo swahili al persiano, dal tigrino al russo, fino al giapponese e all’arabo, per farsi conoscere da tutti i visitatori dell’Esposizione Universale.

Nel pomeriggio di domenica 22 marzo alle ore 15:00, si terrà nella Sala Vivaldi l’incontro I territori viticoli italiani ad Expo – la semplificazione come strumento competitivo verso i mercati, con un focus sulle prospettive di crescita del mercato globale e le nuove direttrici di sviluppo strategico (territori, vitigni, sostenibilità, brand aziendali, e-commerce).
L’appuntamento vedrà al centro le conclusioni del Presidente nazionale della Coldiretti, Roberto Moncalvo, e la presenza del Ministro per le Politiche Agricole, Maurizio Martina.