Maria Letizia Gardoni e i giovani Coldiretti al Comitato Nazionale

mercoledì 30 aprile 2014 di Staff Giovani Impresa

Il Comitato Nazionale dei Giovani Imprenditori ColdirettiIl Comitato Nazionale dei Giovani Imprenditori Coldiretti

Ieri nella cornice del Palazzo Rospigliosi a Roma, si è tenuto il primo Comitato Nazionale dei giovani della Coldiretti diretto dal nuovo delegato nazionale: Maria Letizia Gardoni.

La riunione è stata l’occasione per affrontare tematiche importanti legate alle singole realtà regionali di cui ogni delegato era rappresentante, ma per riflettere anche sull’utilità e l’utilizzo di alcuni strumenti per promuovere le tante iniziative locali e nazionali importanti per tutti i giovani che vogliono investire in agricoltura.

Dall’accesso al credito, alla distintività dei territori sino all’importanza di dare sempre più spazio a tutti i giovani della Coldiretti.

I giovani delegati infatti si sono fatti portavoce, ognuno per la propria realtà, delle singole esperienze ma di tutte quelle richieste che arrivano ogni giorno dal territorio.

Dalla Toscana, al Veneto, dall’Umbria alla Basilica tutte le regioni italiane hanno avuto la loro voce durante l’incontro, una voce fatta di tante specificità ma unita sotto un grande aggregatore l’associazione Coldiretti di cui tutti i giovani presenti al tavolo si sono dichiarati più che onorati di farne parte.

Il Comitato Nazionale è stata anche l’occasione per mettere l’accento sull’importanza del loro impegno quotidiano con i giovani che vogliono capire come investire nel settore agricolo attraverso lo strumento dei tutor.

Infatti da quando è stato lanciato il sito web dei Giovani Imprenditori Coldiretti il primo impegno preso con il territorio è stata da parte dell’associazione e di tutti i suoi componenti quello di creare un legame sempre più forte e concreto con i giovani.

Un impegno importante per molti di loro che si sono spesso trovati ad affrontare molte domande e richieste di assistenza e sostegno per quanti vedono nell’agricoltura una possibilità per il loro futuro. Ma anche una grande opportunità: poter ogni giorno, con un impegno vero, concreto e tangibile continuare a far conoscere il  metodo imprenditoriale e di sviluppo nel settore agricolo di cui tutti in nostri giovani sono ambasciatori.