Made in Italy e stili di vita al Villaggio degli agricoltori

mercoledì 27 settembre 2017 di admin

Made in Italy-km0

Il Made in Italy a tavola rappresenta l’emblema nel mondo del mangiar sano, un modello nutrizionale universalmente apprezzato che si fonda su un’alimentazione a base di prodotti di qualità, locali e stagionali. Gli italiani si dimostrano sempre più attenti e consapevoli, tanto da essere artefici di una vera e propria “rivoluzione green”. Crescono i numeri di chi sceglie le eccellenze italiane a km0, ovvero prodotti coltivati o allevati nelle nostre campagne, attribuendo al Made in Italy un valore aggiunto.

A testimoniare questo trend uno studio Coldiretti che sarà presentato a Milano, Venerdì 29 settembre, in occasione dell’inaugurazione del Villaggio degli agricoltori, la più grande fattoria mai realizzata in città. La “Svolta green e salutista nei consumi” e la “Rivoluzione verde che ha cambiato l’Italia” i temi al centro dello studio, oltre a “L’Italia che investe sul cibo”, su cui dibatteranno il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e migliaia di giovani imprenditori agricoli con il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e al presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia, insieme ad illustri ospiti.

Nei nuovi stili di vita non mancano i superfood – come spiegheranno il biologo naturalista Francesco Petretti e il nutrizionista Prof. Giorgio Calabrese durante l’evento, rappresentato dall’hahstag ufficiale #STOCOICONTADINI – frutto dell’innovazione applicata all’agroalimentare, accanto a prodotti tradizionali. Dal vino ai formaggi, la riscoperta delle specialità italiane è al centro di un modus vivendi più consapevole, in cui l’attenzione all’origine del prodotto e il ritorno a una cucina genuina appaiono come elementi imprescindibili. Proprio ai sapori della tradizione Made in Italy sarà dedicato ampio spazio durante la manifestazione: nella grande aia verranno infatti preparati e serviti menu contadini al 100% dai nostri giovani agricoltori. Ma non è tutto: sarà possibile anche fare la spesa a chilometri zero con le specialità del territorio nel mercato di Campagna Amica che dedicherà un apposito spazio alla solidarietà con prodotti provenienti dalle aree terremotate.