Da metanolo a primato Made in Italy, 30 anni di vino italiano

lunedì 29 febbraio 2016 di Staff Giovani Impresa

Vino, eccellenza Made in Italy - Giuseppe Caradonna, Lacrime di BaccoVino, eccellenza Made in Italy - Giuseppe Caradonna, Lacrime di Bacco

Trent’ anni fa lo scandalo del metanolo con vittime, decine di intossicati, inchieste giudiziarie e l’immagine del Made in Italy alimentare drammaticamente compromessa in tutto il mondo, ma anche un nuovo inizio con la rivoluzione che ha portato il vino italiano alla conquista di storici primati a livello nazionale, comunitario ed internazionale.

Con l’anno zero è partito un percorso di crescita del vino, che è diventato la punta di diamante e simbolo dell’economia italiana, con un impatto unico dal punto di vista economico, occupazionale e di immagine. I cambiamenti nei consumi e nella produzione, le innovazioni dalla vigna al bicchiere, la tutela della qualità ed i controlli, l’impetuosa crescita all’estero e la storica sfida con i cugini francesi segnano le tappe di un Rinascimento che è al centro del dossier Coldiretti/Symbola, che sarà presentato mercoledì 2 marzo 2016 dalle ore 9,30 a Roma nella sede Coldiretti in via XXXIV Maggio 43 Accade domani – A 30 anni dal metanolo il vino e il Made in Italy verso la qualità.

Per l’occasione saranno esposte le innovazioni più significative dell’ultimo trentennio.

All’incontro parteciperanno tra gli altri Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola, Maurizio Martina il Ministro delle Politiche Agricole e, Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti.