Zucche di Halloween: ecco come conservare quelle intagliate

lunedì 2 novembre 2015 di Staff Giovani Impresa

zucca

La tradizione d’oltreoceano è sbarcata in Italia solo qualche anno fa e tra streghe e mostri più o meno credibili, la vera protagonista della notte di Halloween è stata comunque lei, la zucca.
Dalla padella all’intaglio, si è registrata una tendenza all’acquisto di questo ortaggio dalle forme più esilaranti: pensate  che in Italia se ne producono circa 35 milioni di Kg all’anno – su 2000 ettari di terreno – e viene utilizzata sia in cucina, per preparare gustosi piatti, ma anche come ornamento caratteristico, simbolo di Halloween.

Proprio la zucca è stata il prodotto-protagonista dell’ultimo giorno della presenza degli agricoltori ad Expo con la preparazione di ricette, esposizioni e dimostrazioni pratiche.
Il prezzo al consumo si è mantenuto sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno, tra 1 o 2 euro al Kg, rispetto alle  dimensioni e alla qualità. Regina indiscussa delle tavole, e ingrediente principale dei famosi tortelli ripieni, la zucca è uno dei prodotti più versatili della cucina italiana perché può essere utilizzata sia per preparazioni salate, che per quelle dolci, ma è gustosa anche abbinata a carne e formaggi.

E’ indubbio che l’affermarsi della Notte delle Streghe abbia aperto il nuovo mercato delle zucche intagliate con le quali si cimentano, ogni anno, un numero sempre crescente di italiani. Per intagliare un’autentica zucca di Halloween è bastato sceglierne una bella grossa, dal peso compreso tra i 5 e i 10 Kg, rotonda e senza imperfezioni (più è liscia la superficie più facile diventa l’intaglio). Con uno scalpello a forma di V è bastato poi tracciare le linee per creare il volto e con un coltello da cucina ben affilato, intagliare i tratti caratteristici in modo da ricavarne i fori da cui far fuoriuscire la luce della candela interna.
Per chi si è improvvisato scultore-di-zucche e volesse conservare a lungo il ricordo della paurosa Notte delle Streghe, consigliamo di passare (almeno una volta alla settimana) un po’ di olio vegetale con un panno morbido sulla parte esterna e lasciarla in un luogo fresco e asciutto, immergendola ogni 4-5 giorni circa in acqua fresca. In caso di aria particolarmente secca, cercate di tenere coperta la zucca, con un panno umido.