Terremoto: al via la prima raccolta di lenticchie seminate dopo le scosse

lunedì 31 luglio 2017 di Staff Giovani Impresa

Fioritura Castelluccio di NorciaFioritura Castelluccio di Norcia

Terremoto, quasi un anno dopo la tragedia che ha colpito il centro Italia, al via la prima raccolta della Lenticchia di Castelluccio seminata dopo le scosse che hanno messo a rischio la sopravvivenza del prodotto simbolo delle aree terremotate. L’ appuntamento è per domani martedì 1° agosto dalle ore 9,30 in località Pian Grande a Castelluccio di Norcia, in provincia di Perugia dove centinaia di agricoltori di Coldiretti accenderanno i motori dei mezzi agricoli e si eseguirà la mietitura.

Un momento ad alto valore simbolico per il pregiato raccolto salvato dalla siccità e dalle strade interrotte che hanno ostacolato le semine e le lavorazioni, rese possibili grazie a un vero e proprio blitz dei produttori della Coldiretti che ha consentito l’arrivo dei mezzi agricoli, dopo che avevano addirittura rischiato di saltare del tutto. La Lenticchia di Castelluccio Igp, che quest’anno festeggia anche il ventennale dal riconoscimento comunitario, alimenta un importante indotto economico e occupazionale e svolge un effetto traino per il turismo e l’intero settore agroalimentare di queste aree che sarà oggetto di una specifica analisi di Coldiretti presentata dal Presidente nazionale Roberto Moncalvo.

La prima raccolta della lenticchie, che sono sopravvissute alle scosse prima e poi alla mancanza di acqua, sarà anche il momento per fare un bilancio sulla produzione in termini qualitativi e quantitativi, ma anche per verificare la situazione nelle campagne a quasi un anno dalle prime scosse che hanno distrutto case rurali, stalle, fienili, magazzini, laboratori di trasformazioni e strade rurali, ma anche svuotato interi paesi facendo crollare le vendite agroalimentari.