Salone del Gusto, Petrini nuovo Presidente di Campagna Amica

venerdì 23 settembre 2016 di Staff Giovani Impresa

Salone del Gusto: Carlo Petrini insieme a Maria Letizia Gardoni e Roberto MoncalvoSalone del Gusto: Carlo Petrini insieme a Maria Letizia Gardoni e Roberto Moncalvo

Carlo Petrini assume la carica di Presidente della Fondazione Campagna Amica la più vasta rete di vendita diretta contadina, organizzata sotto un unico marchio del mondo alla quale fanno riferimento quasi ventimila agricoltori. Lo rende noto il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo al Salone del Gusto, nell’esprimere apprezzamento per la disponibilità di Petrini, Ambasciatore speciale della Fao in Europa per “Fame Zero”. Complessivamente la rete di Campagna Amica – spiega la Coldiretti – è composta da 9030 fattorie, 1135 mercati, e 171 botteghe, cui si aggiungono 485 ristoranti, 211 orti urbani e 34 punti di street food, dove arrivano prodotti coltivati su circa 200mila ettari di terreno, con una presenza capillare lungo tutto il territorio, dai piccoli Paesi alle grandi città metropolitane.

“I nostri mercati di Campagna Amica sono forse il frutto più  prezioso della rivoluzione che ha avuto protagonista l’agricoltura italiana in questi anni, con una decisa svolta verso la qualità e la sicurezza ambientale ed alimentare sostenuta dai consumatori”, ha affermato il presidente di Coldiretti, nel sottolineare che “sono diventati oggi un patrimonio culturale del Paese, anche per la formazione delle nuove generazione come dimostrano le centinaia di collaborazioni con le scuole e per ultimo l’inserimento quest’anno dei mercati di Campagna Amica, come elemento di approfondimento in un sussidiario per le quinte classi delle scuole elementari”. Lo consegniamo nelle mani di Carlo Petrini che, con la sua storia ed il suo presente – ha concluso Moncalvo – saprà interpretarne al meglio i valori e la forza”.

“La condivisione da molti anni degli obiettivi e delle idealità di Slow Food con Campagna Amica e Coldiretti – ha dichiarato Petrini – mi ha convinto ad assumere questa presidenza. Ritengo un onore poter rappresentare una rete così vasta e capillare di agricoltori italiani, che nel quotidiano mettono in essere pratiche virtuose, a tutela di un patrimonio distintivo e importante del nostro Paese”.