Papa Francesco per gli agricoltori: Coldiretti ringrazia per appello

mercoledì 6 aprile 2016 di Staff Giovani Impresa

L'appello di Papa Francesco sul lavoro degli agricoltoriL'appello di Papa Francesco sul lavoro degli agricoltori

Papa Francesco per gli agricoltori nel videomessaggio sulle intenzioni di aprile dell’Apostolato di preghiera. In un commovente appello in cui ha invitato i fedeli a volgere le loro preghiere ai contadini, il Pontefice ha inoltre denunciato il sistema ingiusto che sacrifica gli agricoltori, chiedendo che i piccoli agricoltori ricevano il giusto compenso per il loro lavoro e il loro contributo essenziale per tutta l’umanità. Roberto Moncalvo, Presidente della Coldiretti, ha ringraziato il Santo Padre, affermando che “siamo grati a Papa Francesco per il suo appello affinché gli agricoltori ricevano il giusto compenso per il loro prezioso lavoro. Un appello che cade in un momento di crisi senza precedenti, con il crollo dei prezzi nelle campagne che sta portando alla chiusura di molte imprese.”

Papa Francesco sottolinea nel suo discorso l’importanza di custodire la terra, che “è un dono di Dio e non è giusto utilizzarla per favorire solo pochi, privando la maggior parte dei loro diritti e benefici”. Contemporaneamente alle parole del Santo Padre, nel videomessaggio scorrevano le immagini delle Borse mondiali a ricordare che le speculazioni sulle quotazioni e le manovre delle multinazionali mettono a rischio la sopravvivenza di tante aziende.

Roberto Moncalvo ricorda inoltre come i compensi riconosciuti agli agricoltori siano crollati dal -43% dei pomodori al -27% per il grano duro, ma in grande difficoltà sono anche gli allevamenti che, con il venir meno degli accordi sul latte, sono in balia delle inique offerte dell’industria. Le distorsioni del mercato hanno così causato una depressione dei prezzi pagati agli allevatori italiani e, di conseguenza, la chiusura di numerosi allevamenti. “Serve ora” conclude Moncalvo “un impegno straordinario per garantire un prezzo equo e onesto agli agricoltori e agli allevatori che in questo momento non riescono neanche a coprire i costi di produzione e di alimentazione degli animali.”

Guarda qui il video: link