Oscar Green 2017: da take away marino a occhiali contadini, ecco i vincitori

venerdì 26 gennaio 2018 di Redazione Giovani Impresa

oscar green vincitorioscar green vincitori

Guarda chi erano tutti i finalisti

Oscar Green 2017 premia le aziende più innovative. Da chi non si ferma davanti a pioggia e maltempo ma sfidando il mare e la concorrenza inaugura il primo take away marino con gli aperitivi direttamente in barca a chi crea i primi occhiali contadini realizzati con la lana di pecora e con un design moderno. Da chi ha inventato la prima ed esclusiva biovernice interamente ricavata dalla buccia di pomodoro che permetterà di verniciare le latte alimentari all’interno con elementi naturali e non più con la chimica a chi ha creare il primo jeans invecchiato nella paglia e strofinato costantemente per farlo consumare e dargli quel tocco di invecchiamento da Oscar. Da chi punta sul sociale scommettendo sul primo coliving contadino in cui condividere interessi e sogni attraverso la magia dell’agricoltura con la creazione di un bellissimo orto internazionale gestito da richiedenti asilo all’l’innovativa produzione di sale spray aromatizzato con erbe aziendali che permette contemporaneamente sia di salare che di aromatizzare in modo pratico e soprattutto con basso contenuto di sodio.

Sono questi i sei vincitori del concorso Oscar Green 2017, il premio per la creatività d’impresa dei giovani della Coldiretti che testimoniano l’eccezionale spirito imprenditoriale dei giovani agricoltori che con coraggio e passione sfidano la crisi e riescono a fare business.

Puntare sul recupero degli scarti aziendali oggi – sottolinea Coldiretti – è importantissimo per combattere gli sprechi per questo l’ Oscar green di Coldiretti nella categoria Fare rete è stato assegnato a Donato Mercadante della Puglia perché ha saputo trasformare un rifiuto aziendale da smaltire a caro prezzo in opportunità.

Ed è così che in collaborazione con il laboratorio Pecore Attive nascono pantofole, gomitoli colorati, porta vasetti e l’ultimo prodotto all’insegna della più assoluta innovazione la montatura per occhiali da vista, elegante e all’ultima moda che sarà proposta sul mercato in differenti colori. Un’idea quella di Donato Mercante che gli è valsa l’ Oscar Green nella categoria “Fare Rete”.

Nella categoria “Crea” invece l’ambito premio è andato Stefano Chiesa della Lombardia che nella culla del pomodoro ha saputo inventare nel vero senso della parola la prima biovernice per imballaggi alimentari.

Essere sempre al passo con i tempi strizzando l’occhio alla moda – continua Coldiretti – ha garantito l’ Oscar green nella categoria We green a Vito Pagnotta della Campania che ha creato il primo jeans invecchiato con la paglia 100% Made in Irpinia.

Ma da Oscar Green nella categoria “Campagna Amica” – continua Coldiretti – è anche la sapiente capacità di Davide Busca della Liguria che insieme a tre amici che hanno inaugurato a Savona il primo take away marino salvaspreco. Ed ecco allora Hamburger di pesce, frittura mista in cono e ancora: bottarghe, salatura di acciughe e, ultima chicca, insaccati di pesce, tutti proposti come finger food, direttamente sulla barca.

Essere particolarmente sensibili al sociale e alle emozioni di ogni singolo essere umano ha assicurato l’ Oscar green della Coldiretti nella categoria “Agri you” a Fabiana Fassi della Puglia. Il primo coliving contadino ossia la coabitazione di diversi gruppi sociali provenienti da più parti del mondo nella stessa comunità. E per finire – conclude Coldiretti – nella categoria “Impresa2.terra” viene premiata l’entusiasmante idea imprenditoriale dell’abruzzese Emanuele Grima che produce il sale spray aromatizzato, con basso contenuto di sodio e con elevate capacità antiossidanti, antitumorali e antidegenerativi.

Sono tutte storie imprenditoriali – conclude Coldiretti – che rappresentano al meglio l’entusiasmo e le grandi potenzialità di un settore che si è saputo rinnovare con ingegno e passione e che coinvolge oggi tantissimi giovani.