Mafia: nasce l’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura

mercoledì 19 marzo 2014 di Staff Giovani Impresa

Osservatorio lotta alla criminalità nell'agroalimentareOsservatorio lotta alla criminalità nell'agroalimentare

Combattere la mafia e la criminalità nel settore agroalimentare, diffondendo al tempo stesso la conoscenza e la consapevolezza del patrimonio italiano. Questo l’obiettivo dell’“Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare”, la nuova Fondazione voluta e costituita da Coldiretti, che avrà la funzione di creare un sistema coordinato e capillare di controlli idonei a smascherare i comportamenti illegali in campo agricolo e alimentare.

A guidare il Comitato Scientifico della Fondazione sarà il procuratore Giancarlo Caselli, mentre la presidenza è affidata a Roberto Moncalvo. Vice presidente della Fondazione il presidente del’Eurispes, Gian Maria Fara.

La Fondazione è stata presentata questa mattina, presso Palazzo Rospigliosi, alla presenza dei Ministri della Giustizia, Andrea Orlando, e delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, alla vigilia dell’incontro del Santo Padre con le vittime delle mafie in programma il 21 marzo, nella “Giornata della memoria delle vittime innocenti delle mafie” promossa dalla Fondazione “Libera”.

Un’iniziativa che nasce dall’esigenza di contrastare un fenomeno crescente e che, come sottolinea il presidente Coldiretti, Roberto Moncalvo, sta portando sempre più gli stranieri ad assimilare l’Italia alla mafia.

“Fondamentale la creazione di questo Osservatorio per i giovani”, ha commentato Maria Letizia Gardoni, Presidente Coldiretti Giovani Impresa, “in quanto rappresenta un contributo fondamentale alla lotta di tutti gli aspetti che riguardano la criminalità in agricoltura, che costituisce un furto del nostro futuro di cui vogliamo riappropriarci.”

Criminalità organizzata che, secondo Roberto Moncalvo, si combatte anche attraverso la trasparenza e la tutela di un marchio qual è il Made in Italy, spesso contraffatto e falsificato all’estero e in Italia.

L’Osservatorio avrà quindi lo scopo di creare un complesso sistema di controlli in grado di assicurare un’informazione completa e puntuale al consumatore, monitorando e approfondendo tutti gli interventi delle Autorità amministrative indipendenti che si pronunceranno sul tema dell’agroalimentare.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti sull’attività della Fondazione è possibile consultare il sito web di Coldiretti.