Giovani e Innovazione: Food e startup un binomio di successo

martedì 13 gennaio 2015 di Staff Giovani Impresa

_MG_5506_780x480

Con l’anno che si chiude è tempo di analisi e bilanci, ma non tutti hanno a che fare con gli effetti negativi della crisi: una ventata di positività è portata dall’innovazione e dalla determinazione di quei giovani che si sono imbarcati in rivoluzionarie avventure imprenditoriali, creando negli ultimi anni startup di successo.

Nel recente report di StartupItalia! è stata stilata una classifica delle top 100 tra le startup nazionali destinate a cambiare l’Italia. Tra le più promettenti, troviamo 5 giovani imprese che si sono distinte nella categoria Cibo.

  1. Cucinamancina, creata dalle pugliesi Lorenza Dadduzio e Flavia Giordano, è una piattaforma online dedicata a chi mangia differente. L’idea nasce come risposta alla crescente varietà di stili alimentari, dettati da motivi di salute o da scelte personali, che ha dato vita a un sito diventato subito un punto di riferimento per i cosiddetti mancini alimentari. Sul portale si trovano ricette per ogni sorta di regime alimentare e un database di ristoranti e negozi specializzati, ma soprattutto è una grande food community dove scambiarsi opinioni e gustosi consigli.
  2. WineOWine, ideata da Federico di Cerchio ed Eros Durante, è una piattaforma web dedicata al Made in Italy e ai piccoli produttori vinicoli. Lo scopo è quello di aiutare gli utenti a scoprire vini di nicchia e di alta qualità, offrendo inoltre la possibilità di comprarli online. Ogni settimana un team di enologi seleziona e propone 6 nuove etichette, che gli utenti potranno acquistare e far arrivare direttamente a casa propria con un solo clic.
  3. Cortilia è il primo e-commerce di prodotti alimentari a filiera corta. La startup di Marco Porcaro è un vero e proprio mercato online, dove è possibile scegliere tra una vastissima varietà di prodotti alimentari locali e nazionali. Le zone attualmente servite sono le province di Milano, Monza, Brianza, Varese e Como.
  4. Foodscovery fondata da Fabio di Gioia e Mario Sorbo, è un altro market-place online di vendita diretta tra produttori e clienti, specializzato in prodotti enogastronomici italiani di alta qualità. Attualmente il servizio è attivo in tutta Italia, ma ha in cantiere il progetto di espandersi prima in Europa e poi nel resto del mondo.
  5. MyFoody è il rivoluzionario e-commerce, ideato da Francesco Giberti e Luca Masseretti, per combattere gli sprechi alimentari delle imprese e dei consumatori. Le aziende possono vendere sulla piattaforma tutti quei prodotti in scadenza, difettati o in eccesso che altrimenti andrebbero buttati. Tramite la geolocalizzazione, gli utenti possono inoltre visualizzare la merce disponibile nella propria area di riferimento.

I settori che puntano sull’innovazione sono numerosi, ma quello della gastronomia è uno dei più floridi e resistenti alla crisi economica.
Il talento di tanti giovani che sono pronti ad investire, in particolare nell’agricoltura, è stato evidenziato anche nel corso della cerimonia di consegna degli Oscar Green 2014, dove a vincere sono state le tante idee innovative proprio di imprenditori under 35 che, di fatto, hanno compiuto un salto nel buio, scommettendo su intuizioni eccellenti – ha evidenziato Maria Letizia Gardoni, delegata nazionale di Coldiretti Giovani Impresa.