Banca delle terre agricole, priorità ai giovani

mercoledì 3 ottobre 2018 di Redazione Giovani Impresa

Ottimismo per il nuovo anno

Sul mercato arrivano 7.707 ettari di terreni agricoli. L’Ismea ha dato il via dal 3 ottobre alle procedure per la vendita del secondo lotto di terreni dislocati su tutto il territorio nazionale che fanno parte della Banca nazionale delle terre agricole istituita nel 2016. Sul sito Ismea è possibile visualizzare i terreni e le caratteristiche principali. Si può presentare la manifestazione di interesse per uno o più lotti.

Una corsia preferenziale è riservata ai giovani sotto i 41 anni di età per i quali è possibile usufruire di mutui trentennali. Gli under 31 inoltre possono corrispondere il prezzo del terreno in rate semestrali o annuali e il piano di ammortamento sarà sviluppato in un periodo massimo di 30 anni, mentre il tasso annuale di riferimento massimo applicabile alla vendita è corrisposto al tasso base vigente al momento dell’aggiudicazione aumentato fino a 220 punti base.

Ai giovani saranno destinate le risorse incassate con la vendita dei terreni attraverso contributi per primo insediamento, subentro e sviluppo delle giovani imprese.

I criteri generali di vendita prevedono che i terreni siano venduti a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano con accessioni, pertinenze, diritti e servitù, oneri, canoni e vincoli anche non noti e non trascritti.

Dalla pubblicazione dell’avviso scattano i 60 giorni per presentare la manifestazione di interesse che dovrà essere inviata esclusivamente on line.

Coloro che risulteranno in possesso dei requisiti richiesti saranno chiamati a partecipare alla procedura competitiva delle “vendita senza incanto”. Il terreno sarà aggiudicato al concorrente che avrà offerto il prezzo più elevato rispetto alla base d’asta.