Agricoltura italiana: pane Made in Italy e vino DOC per l’eucaristia

lunedì 10 luglio 2017 di Staff Giovani Impresa

Calice per l'eucaristiaCalice per l'eucaristia

Agricoltura italiana, la nostra agricoltura, può offrire alla Chiesa la migliore qualità per una celebrazione eucaristica “Doc” con il  primato conquistato in Europa per numero di vini con indicazione geografica (73 Docg, 332 Doc e 118 Igt), la leadership comunitaria con quasi 60.000  imprese che coltivano biologico, ma anche la minor incidenza di prodotti agroalimentari con residui chimici fuori norma e la decisione di non coltivare organismi geneticamente modificati (Ogm) che trova concordi quasi 8 cittadini su 10 (76%).

E’ quanto si afferma in riferimento all’invito a controllare la provenienza e la qualità del pane e vino utilizzati nella messa, l’onestà di chi li produce e il loro trattamento nei luoghi di vendita contenuto nella lettera ai Vescovi del Prefetto della Congregazione per il Culto Divino, il cardinal Robert Sarah in una lettera ai vescovi. L’agricoltura italiana è diventata la più green d’Europa ed è responsabilizzata nel superare la crisi ecologica e nel difendere la relazione tra uomo e ambiente nel solco tracciato dall’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco.